Corso in aula – Un mondo di bollicine (la scienza dell’effervescenza)

formazione.vinidea · 18/03/2022

Da diversi anni ormai lo champagne e i vini spumanti nel loro insieme stanno vivendo un boom senza precedenti. Il valzer delle bollicine in un calice non è estraneo a questa incredibile infatuazione.

Senza bolle, gli spumanti perderebbero tutto il loro carattere, la loro anima. L’effervescenza che rimescola il bicchiere crea una miriade di fenomeni di insospettabile complessità, che risveglia tutti i sensi del degustatore. Questo seminario offre una panoramica degli elementi che accompagnano una degustazione di champagne, dalla stappatura della bottiglia allo scoppio di una bollicina, senza dimenticare il ruolo essenziale del bicchiere nella degustazione.

Su scala microscopica, lo spettacolo dell’effervescenza è impressionante! Da oltre vent’anni all’università di Reims si studiano i processi fisici e chimici all’origine della formazione, dell’ascensione e dello scoppio delle bolle nello champagne e negli spumanti. Si cerca di comprendere il movimento delle bollicine e i meccanismi che esse inducono in degustazione; si prova a descrivere con equazioni ognuna delle tappe che contrassegnano la loro esistenza, dalla formazione alla scomparsa. Oggi, ad esempio, grazie al gruppo di ricerca guidato dal prof. Gérard Liger-Belair, sappiamo che le bolle si formano su polveri fini o su imperfezioni del vetro, che risalgono verso la superficie caricandosi di gas carbonico disciolto, e che esplodono proiettando delle minuscole goccioline, diffondendo così efficacemente gli aromi del vino.

Profondamente radicata nell’immaginario collettivo, la bolla di champagne diventa il pretesto per una passeggiata scientifica che ci porterà nell’affascinante mondo dei gas disciolti, dei cambiamenti di fase e dei fluidi in movimento. Scopriremo il valzer delle bollicine come non l’abbiamo mai visto prima.
Buon viaggio nel cuore dell’effervescenza!

In conclusione, la degustazione di tre Champagne, appositamente selezionati dal prof. Liger-Belair, permetterà di visualizzare (ed apprezzare!) al meglio i risultati degli studi dell’illustre ricercatore.

 

Relatore: prof. Gérard LIGER-BELAIR, Equipe Effervescence, Champagne et Application, Università di Reims (F).
Traduzione tecnica consecutiva a cura di Giuliano BONI, Vinidea.

La durata del seminario (codice GLB02A) è di circa 3 ore.

 

Ai soci Assoenologi verranno riconosciuti 3 crediti formativi convenzionali per la partecipazione ad ogni incontro.
Per farne richiesta, sarà necessario rispondere all’apposita indagine inviata via mail a conclusione del corso.

 

Date e sedi:

  • martedì 3 maggio 2022, ore 14.30 – Sinergo, Nizza Monferrato (AT)
  • mercoledì 4 maggio 2022, ore 14.00 – Az. Agr. Martinelli, Mezzocorona (TN)
  • giovedì 5 maggio 2022, ore 9.00 – Enopiave, Tezze di Piave (TV)
  • venerdì 6 maggio 2022, ore 14.00 – Polo di Tebano, Faenza (RA) (NUOVA DATA)

Informazioni docente

Non Iscritto
Questo corso al momento è chiuso