Status Attuale
Not Enrolled
Prezzo
Chiuso
Inizia
This corso is currently closed

Questo è un testo promozionale di esempio.

LINGUA

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Español

FAQ

LINGUA

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Español

LINGUA

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Español
Premium
Status Attuale
Not Enrolled
Prezzo
Chiuso
Inizia
This corso is currently closed
Pubblicato il: 26/06/2023

L’aumento della densità della chioma modula la qualità delle bacche nel Cabernet Franc

BREVE descrizione

Negli ultimi anni, i cambiamenti climatici stanno aumentando la necessità di rivalutare le strategie di gestione della chioma della vite, poiché l’eccessivo irraggiamento e le alte temperature possono avere un impatto negativo sulla qualità delle bacche.

Questo corso include:

DESCRIZIONE

Negli ultimi anni, i cambiamenti climatici stanno aumentando la necessità di rivalutare le strategie di gestione della chioma della vite, poiché l’eccessivo irraggiamento e le alte temperature possono avere un impatto negativo sulla qualità delle bacche.

Recentemente, si è ipotizzato che limitare la potatura vegetativa estiva possa proteggere il grappolo attraverso l’ombreggiamento ed evitare la fotoinibizione fogliare mantenendo un ambiente più favorevole (ad esempio, un minor deficit di pressione di vapore VPD, una riduzione dello stress luminoso elevato) grazie a una chioma più vigorosa. 

In questo lavoro, una serie di trattamenti di manipolazione della chioma sono stati testati in un disegno fattoriale a blocchi replicato nel corso di tre stagioni su Cabernet Franc coltivato in campo e innestato su portinnesto SO4.

Complessivamente, i trattamenti in cui non sono stati applicati la defogliazione o il taglio dei germogli cosa hanno mostrato? È stata associata a questi una modulazione specifica della composizione del mosto? Scopri di più sulla potenziale efficacia della conservazione di chiome dense in condizioni di alta temperatura e alta irradiazione, sia per preservare le funzioni fisiologiche delle foglie sia per mantenere specifici tratti qualitativi delle bacche.

Video estratto dalla presentazione tenuta durante Enoforum Web Scientists (13 Marzo 2023)

Michele Faralli | Università di Trento, Italia

TOP

CARRELLO 0